I vostri commenti
AUTORE: Davide
TESTO:

Dott. Parolin buongiorno!

Mi chiamo Davide Calcagnotto, ho giocato a tennis con Matteo una vita, e sono pure nipote di Sergio Bon, lei conosce mio papà giuseppe e pure me ma magari non si ricorda le fisionomie, comunque sono venuto alla presentazione del libro che ho comprato e praticamente letto tutto sabato sera, complice anche il tempo inclemente che mi ha regalato una serata a casa al caldo.

Volevo farLe i complimenti per il suo lavoro e senza essere tanto retorico ringraziarLa per aver riportato alla giusta luce una figura così importante, e parla uno studente di ingegneria gestionale, che una carriera del genere la sogna se non addirittura la ritiene impossibile, partendo dal presupposto che in un paese così piccolo i sogni sono un pò portati alla dimensione reale di quello che si può fattivamente fare. Però la storia di questa ricerca mi ha sinceramente appassionato, e dato altri stimoli, oltre ai miei personali, per riuscire in quello per cui mi sto impegnando e sto dando tutto me stesso. Certo il mio percorso è ancora lungo, parlavo con Matteo sabato del fatto che comunque potrei finire come lui, prima della sua specializzazione intendo, e ci siamo fatti una mezza risata perchè dobbiamo farne ancora di strada! Resta il fatto che vedere che qualcuno ce la fa, è un ottimo punto di partenza.

Concludo dicendoLe che il suo libro sarà un fedele compagno, e l'ing. Gobbato un modello da seguire, e nel mio piccolo mi permetto di pensare che lei abbia messo tutto se stesso in questo progetto perchè succedesse anche questo.

Con stima La saluto cordialmente,

Davide

AUTORE: Prof. Dr. med. A. Marx, 19-12-2009
TESTO:

Ciao Marino,

Il libro mi piace molto. Si nota che è scritto da un medico e non da un autore di libri: tu metti insieme testimonianze, fatti, documenti e foto.
Tutto quello che è oggettivabile. Nessuna tentazione di romanzare la storia di Gobbato. Ed è proprio quello che a me (anche medico) piace: fatti e documenti, un lavoro scientifico. Complimenti! Bravo!

A. Marx

AUTORE: Gianluca, 19-12-2009
TESTO:

Ciao Marino,

sono Gianluca Sartor, mi devo complimentare della serata di sabato. Devo dire la verità, con te in questi anni ho capito quanto importante è l'umiltà. Mio padre, quando tu gli chiedevi di fare dei lavoretti, lo sentivo nel garage di casa che lavorava, entravo e gli chiedevo cosa stai facendo? Sto sistemando del materiale del dott. Parolin. Io gli chiedevo, ma chi è? Una persona buona che fa il veterinario. Virginio aveva ragione sei una persona buona. Complimenti, io sono un giovane con dei valori forti, credo che persone con la tua capacità aiuteranno a far crescere tanti altri giovani, con lo spirito del conoscere e del sapere della propria terra. Uno dei miei moti che utilizzo maggiormente è "non dimenticare mai da dove sei venuto, un giorno ti potrebbe essere utile ritornare". Proprio come te.

Grazie Gianluca
AUTORE: Giuseppe, 21-12-2009
TESTO:

Il sabato della presentazione del libro è stato un pomeriggio bellissimo che ho vissuto con emozione tra ricordi vissuti e leggenda, ricordo le "mille miglia" passavano anche per Vedelago dove vivevo da giovane.
In quegli anni c'erano valori: il dovere la patria, l'onestà, l'altruismo che direi oggi più assopiti che perduti. Tanti giovani hanno questi valori, ma i media la scuola e la società non li aiutano a crescere in questo.
AUTORE: Francesca Pasetti, 20-01-2010
TESTO:

Salve Marino,

passo in questa sezione dedicata ai commenti per mettere la mia firma e presentarti il mio attestato di stima per il lodevole lavoro che hai fatto.
Mi fa piacere sapere che questa tua immane passione nasce dai racconti di tua mamma. Spero anche io, nel mio piccolo, di poter trasmettere ai miei figli la passione che ho per un marchio italiano storico ed indimenticabile, qual'è la Lancia. Purtroppo, sembra che in futuro sentiremo parlare di questo marchio solo come un ricordo, ma noi sapremo come tenerlo vivo!

Un abbraccio
AUTORE: Giovanni Ravano, 25-01-2010
TESTO:

Caro Marino,

mi sono molto emozionato nello sfogliare il libro sul bisnonno Ugo, ho avuto modo di vedere delle fotografie uniche e storiche che non avevo mai avuto modo di vedere prima, mi è venuta la pelle d'oca.
Mi sono sentito molto fiero e orgoglioso di apprendere dal tuo libro quello che il bisnonno Ugo ha fatto nella sua breve, ma intensa vita, il rammarico più grande è quello di non averlo potuto conoscere di persona ... non importa, questa è la vita, per fortuna ho avuto modo di conoscere bene e di condividere tanti bei momenti con il Nonno Piero, che mi ha trasmesso sani principi di moralità e di unione per la famiglia.

Un ringraziamento speciale va a Te, mio caro Marino, per l'intensità e la passione che hai dimostrato nel riportare alla luce la vita di un grande uomo, senza di te tutto questo non sarebbe mai successo, grazie di Cuore.

Per sempre riconoscente e con immensa stima.

Giovanni Ravano
AUTORE: Lorenzo Boscarelli, 13-02-2010
TESTO:

Cari amici,

la passione e la dedizione consentono di realizzare cose insolite e di pregio, come ciò che voi, spinti dall'entusiasmo del dott. Marino Parolin, avete fatto e fate per onorare la memoria dell'ing. Ugo Gobbato e di suo figlio, l'ing. Pierugo Gobbato. Il mondo attuale privilegia, almeno nella pubblicistica e nell'informazione più correnti, le apparenze, il vantaggio personale, il "successo" ottenuto in spregio alle più elementari regole della moralità e della convivenza civile. Ricordare figure come quelle degli ingegneri Gobbato non è solo un doveroso e meritorio riconoscimento a persone che hanno fatto tanto per il progresso economico e civile dell'Italia, ma è anche un richiamo a una moralità negli affari, a un rispetto della dignità di chi lavora, a un impegno dedito al bene comune che deve ritornare ad essere una guida per i comportamenti individuali e per le scelte collettive di ciascuno di noi.

Grazie, quindi, per il vostro lavoro e un incoraggiamento a proseguirlo con l'impegno che vi contraddistingue. Un saluto amichevole

Lorenzo Boscarelli
Presidente, Associazione Italiana per la Storia dell'Automobile
Scopo di questa sezione è ospitare tutti i commenti, recensioni, apprezzamenti, critiche e consigli che i lettori del libro e i visitatori del sito invieranno relativamente al libro "Ugo Gobbato, la leggenda di un innovatore senza epoca" e al sito "www.gobbatougo.it".

Prima di inviare le vostre email vi preghiamo di leggere queste note: Le email anonime, ingiuriose, offensive verranno direttamente cestinate. Le email dovranno essere accompagnate dalla dicitura "autorizzo la pubblicazione sul sito www.gobbatougo.it".

Le email verranno pubblicate citando il nome di chi le ha inviate e al data di invio.

Le mail devono essere inviate alla casella di posta redazione@gobbatougo.it.

La redazione non si assume nessuna responsabilità per i contenuti delle mail.
Sito realizzato e gestito da:
Carlo Bazan Studio Multimediale S.a.s., Via Sile, nr. 3/d - 31040 - Volpago del Montello (Treviso)
Tel. : 0423 622078 - Fax : 0423 621831 - E-mail : info@multimediabazan.it - P.I. : 03629090261
Iscritta alla C.C.I.A.A. di Treviso - REG. IMP 03629090261
R.E.A. 285807 - A.I.A. 85310